Camminare: un gesto rivoluzionario.

novembre 6, 2019 0 Di Alex Vigliani

di Alex Vigliani 
I benefici connessi al camminare sono molteplici e ormai più volte documentati. Se ne parla molto, ma troppo pochi sono quelli che lo fanno preferendo l’automobile e uno stile di vita che inficia – e di molto – sulla qualità del nostro percorso su questa terra.
Camminare è un gesto rivoluzionario.
Per se stessi in primis per quanto scritto poco fa.
Ma andiamo nello specifico.
Migliorare il proprio stile di vita attraverso il camminare porta alla riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare, previene l’osteoporosi, le patologie ansiose – depressive e alcune forme di tumore come il cancro al colon e il carcinoma mammario poiché camminare potenzia le difese immunitarie attivando il colon e limitando il sovrappeso.  Di più. E forse a capo di tutto quanto si è detto finora, il camminare riduce il livello di cortisolo considerato l’ormone dello stress e causa scatenante di tantissime patologie, alcune tra le quali presenti nell’elenco di cui sopra.
E fin qui è un gesto rivoluzionario per se stessi e per la propria salute. E questo basterebbe, ci mancherebbe altro. Tuttavia l’atto diventa addirittura un cortocircuito quando per camminare si diminuisce e di molto l’utilizzo di auto, si sperimenta mobilità alternativa fino a condividere in boschi e montagne una socialità differente.
Se oggi l’industrializzazione ha posto le proprie regole di sedentarietà e l’uomo si è adattato adagiandosi su comodi divani, alzarsi e camminare vuol dire rivoluzionare se stessi, rivoluzionare il prossimo ed essere sostenibili.
Abbiamo nelle gambe una forza più grande del semplice camminare.
Muovi i tuoi passi, hai una rivoluzione da compiere.